Chi sono i gesuiti, e dovresti preoccuparti di loro al giorno d’oggi?

Di Stuart Quint

Roma commemora la morte di Ignazio di Loyola il 31 luglio di ogni anno. [i] Loyola era il celebre fondatore della Compagnia di Gesù, conosciuta anche come “Gesuiti”. Mentre quest’uomo è morto molto tempo fa, il suo movimento continua a vivere con la sua malevola missione quasi 500 anni dopo.

L’agenda dei gesuiti ha oggi rilevanza per l’America, l’Europa e altre nazioni in tutto il mondo.

L’ex sacerdote cattolico Richard Bennett riconobbe il pericolo:

“È un fatto assodato che i gesuiti nel corso della loro storia, abbiano causato molti gravi disordini all’interno dei governi civili di molti Paesi a causa dei loro schemi nefasti. Nel corso dei secoli, si sono giustamente guadagnati la loro reputazione di portatori di disordini, al punto che in alcune nazioni fu loro negata la residenza per lunghi periodi di tempo” [ii].

Questo articolo esplorerà le testimonianze storiche delle nazioni che “hanno negato la residenza ai gesuiti”. Inoltre metteremo in evidenza le celebrità attuali educate secondo gli “schemi nefasti” dei gesuiti.

Quando si considerano i gesuiti, dovremmo evitare gli estremi. Un estremo è dare troppo credito ai gesuiti e alimentare un inutile e irrazionale panico. Oggi, però, vediamo un altro estremo che è più comune: molti ignorano o sottovalutano l’impatto dei gesuiti nella storia e nel presente [iii].

Per stare in piedi ai nostri tempi di difficoltà, dobbiamo essere in grado di vedere il nemico. “Guardatevi dai falsi profeti, i quali vengono a voi in veste di pecore, ma dentro sono lupi rapaci” [iv].

Il nostro incoraggiamento nel Signore è che Egli alla fine smaschererà i falsi profeti gesuiti e li giudicherà. Alla fine. “Ogni albero che non dà buon frutto è tagliato, e gettato nel fuoco. Voi dunque li riconoscerete dai loro frutti” [v].

Il Fondatore Fanatico dei Gesuiti [vi].

Lo storico J.A. Wylie traccia un notevole parallelismo tra Loyola e i gesuiti contro Lutero e i riformatori. [vii] Il suo paragone va oltre il fatto che entrambi gli uomini siano nati e vissuti più o meno nello stesso periodo nel 1500.

Entrambi gli uomini iniziarono come ostinati carrieristi laici. Accanto a eventi quasi disastrosi, le loro vite si tramutarono in un rigido e anche fanatico, cattolicesimo.

Loyola era un ufficiale militare che rifiutò di arrendersi fino a quando non fu costretto da una ferita quasi mortale. Lutero aveva intrapreso la carriera di avvocato fino a quando non è stato quasi colpito a morte da un fulmine.

Entrambi gli uomini si rivolsero all’ascetismo estremo nei monasteri cattolici. Sia Loyola che Lutero furono torturati dalla loro coscienza mentre la colpa del loro peccato gravava su di loro. Questo austero cattolicesimo ha fatto emergere la loro passione, il loro genio e le loro capacità organizzative.

Eppure, è qui che finiscono le similitudini.

Lutero s’immerse nella Parola di Dio. Dio usò le circostanze di Lutero non solo per spingerlo ad una fede personale in Cristo soltanto attraverso la sola grazia. Spinse Lutero anche ad insegnare agli altri a riscoprire le dottrine fondamentali della Riforma insegnate nella Scrittura. L’opera di Dio nella vita di Lutero portò alla liberazione di molte persone e persino culture dalle opere morte del falso vangelo di Roma.

Per contrasto, Loyola s’immerse profondamente nel misticismo cattolico. Compì atti di auto-umiliazione e di masochismo per approfondire la sua devozione a “Maria”. Questo ascetismo fece affermare a Loyola di aver avuto visioni fanatiche del Paradiso e dell’Inferno, di Maria e di Gesù. Alla fine, si convinse a diventare un “cavaliere di Maria” che serviva come “soldato di Gesù”. Offrì la sua fedeltà incondizionata al Papa romano e reclutò aggressivamente altri uomini per la sua causa fanatica.

Inizialmente l’intento di Loyola era quello di servire “Maria” convertendo i musulmani pagani della Terra Promessa. Col tempo, riconobbe la necessità più urgente di combattere l’eresia in terre dominate dal cattolicesimo. Loyola vedeva nei cristiani riformati la principale opposizione alla sua zelante devozione a Maria.

La fondazione dei Gesuiti [viii]

Loyola chiamò il suo gruppo “la Compagnia di Gesù”. Nella Chiesa cattolica romana esistevano altri ordini, come gli agostiniani, i domenicani e i francescani. Tuttavia, i membri di questi ordini rimasero all’interno dei loro monasteri e delle loro chiese. Si guadagnarono anche una sgradevole reputazione per la loro corruzione e caddero in disgrazia tra la gente. A volte, questi ordini si scontravano con i Papi.

I gesuiti sarebbero stati differenti.

Essi non si sarebbero attenuti alle comodità di un monastero. Piuttosto, i gesuiti avrebbero viaggiato ovunque, come ordinato dalla loro leadership. Il loro mandato era quello di andare a predicare all’esterno, servire i meno fortunati tra i malati e i poveri, e aprire scuole e collegi. I gesuiti cercavano anche il controllo delle classi dirigenti. Fecero amicizia con i membri delle élite politiche ed economiche come consiglieri e confessori. L’obiettivo dei gesuiti era l’assoluta sottomissione al Papa romano e la cancellazione della credenza contraria verso la sola Parola di Dio. Perciò, molti si riferiscono ai gesuiti come al movimento della “Controriforma” [ix].

Imitando l’ascetismo di Loyola, i gesuiti hanno anche imposto una rigorosa disciplina. L’ingresso nell’ordine era impegnativo e poteva richiedere mesi e persino anni per salire di grado. I gesuiti dovevano imparare l’obbedienza assoluta, fino al punto di fare e pensare come il leader, il “Generale Successore”, lo comandava.

Loyola illustra la ferrea autorità della Società su ogni giudizio indipendente e razionale dell’individuo. “Se vogliamo procedere con sicurezza in tutte le cose, dobbiamo attenerci al seguente principio: ciò che a me sembra bianco, io crederò che sia nero, se la Chiesa gerarchica lo stabilisce” [x].

L’obbedienza all’ordine dei gesuiti comprendeva più che la perdita del proprio giudizio razionale. Il gesuita deve anche cedere in termini di coscienza morale, fino al punto di violare la Parola di Dio per il bene dell’ordine.

I teologi gesuiti giustificano e praticano peccati contrari alla Parola di Dio: mentire sotto giuramento [xi], rubare [xii], uccidere [xiii], bestemmiare [xiv].

Non deve stupire che i gesuiti ci abbiano lasciato un’eredità così lunga e offuscata di frutti malati.

Loyola registrò i suoi metodi per la disciplina ascetica in Le Discipline Spirituali [xv]. Il frutto di queste “discipline” è oggi ben visibile in accoliti come Papa Francesco [xvi] e il dottor Robert Redfield, capo del CDC degli Stati Uniti [xvii].

Papa Paolo III nel 1540 ha benedetto la formazione e gli statuti della Compagnia di Gesù nonostante l’opposizione di altri ordini cattolici. Roma fu indebolita dai progressi della Riforma. Lo zelo e l’indiscussa lealtà dei gesuiti si appellarono al Papa. Altri Papi in seguito avrebbero avuto diversi livelli di fiducia nei confronti dei gesuiti. Uno addirittura sciolse l’ordine, solo per essere ristabilito in seguito dal successivo.

I gesuiti oggi sono il più grande ordine della Chiesa cattolica romana [xviii]. Papa Francesco è l’autorità più visibile nella Chiesa cattolica romana e il primo Papa gesuita della storia [xix].

II Frutto Amaro dei Gesuiti

I gesuiti hanno lasciato un segno indelebile nella storia. La loro influenza e il loro caos hanno spaziato dalle colonie indigene comuniste in Paraguay al sincretismo in India, alla guerra civile in Cina e in Germania, al genocidio in Boemia, alla disastrosa guerra con i musulmani in Portogallo, alla stagnazione in Spagna, al tentativo di colpo di stato in Inghilterra, e persino a uno zar impostore in Russia [xx]. Sono stati legati alla collaborazione con i fascisti in Europa [xxi] e all’assassinio di capi di Stato, tra cui il presidente Abraham Lincoln negli Stati Uniti [xxii]. Ogni tipo di scandalo morale ha pervaso anche i gesuiti nei loro rapporti, soprattutto con le donne [xxiii].

Numerose nazioni hanno espulso i gesuiti a causa della loro malizia!

“Tra il 1555 e il 1931 la Compagnia di Gesù fu espulsa da almeno 83 paesi, città-stato e città, per aver partecipato ad intrighi politici e complotti sovversivi contro il benessere dello Stato, secondo i documenti di un sacerdote gesuita di fama [Ndr: Thomas J. Campbell]….. Praticamente ogni caso di espulsione fu per intrighi politici, infiltrazioni politiche, sovversione politica e incitamento all’insurrezione politica” [xxiv].

Dobbiamo ricordare che la politica è uno strumento, non un fine, per i gesuiti. L’obiettivo è la dominazione laica e spirituale sotto il loro governo. I gesuiti cercano di coinvolgere le autorità secolari per perseguitare ed eliminare dalla scena l’influenza del vero popolo di Dio.

I successori di Loyola e Lutero continuano oggi ad essere in conflitto.

Un’obiezione di oggi è: “Beh, quelli erano i gesuiti di un tempo. Sono cambiati. Oggi sono più liberali, più deboli e più gentili. Perché dovremmo preoccuparci dei gesuiti?”.

“Poi vidi un’altra bestia, che saliva dalla terra, ed aveva due corna simili a quelle di un agnello, ma parlava come un dragone”. [xxv]

In effetti, i gesuiti sono ben addestrati ad adattarsi al contesto del pubblico che corteggiano [xxvi]. I futuri articoli analizzeranno in dettaglio queste tematiche e le metteranno in relazione con il nostro presente.

Persone famose sotto l’influenza dei gesuiti

Gli attori principali della crisi COVID negli Stati Uniti sono degli ex alunni gesuiti! Essi includono: il dottor Anthony Fauci, il governatore Andrew Cuomo di New York, il governatore Gavin Newsom della California e il presidente Donald Trump! [xxvii] (Trump ha studiato per 2 anni nella Università gesuita Fordham di New York). Inoltre, il dottor Robert Redfield, capo del Centro americano per il controllo delle malattie (“CDC”), è un altro laureato gesuita e un giocatore chiave nel programma Warp Speed Velocità di Curvatura [xxviii].

L’ex presidente degli Stati Uniti Bill Clinton si è laureato all’Università dei Gesuiti di Georgetown [xxix].

Ivan Duque [xxx], presidente della Colombia, Alejandro Toledo, ex presidente del Perù, Mario Draghi [xxxi], ex capo della Banca Centrale Europea, ed entrambi i fratelli Fidel e Raul Castro, ex ed attuale capo di Cuba, si sono formati presso le scuole dei gesuiti [xxxii].

I gesuiti sono influenti e minacciosi oggi come lo erano 500 anni fa.

Conclusione: Cosa dovremmo fare?

Se siete cattolici, dovete vedere il pericolo della vostra anima. Questi gesuiti bestemmiano il nome di Cristo per i loro maliziosi guadagni. La Chiesa romana sostiene questi falsi profeti e soffrirà con loro il giudizio di Dio.

Ma voi non dovete pagare con loro. Lasciate Roma! Lasciate i suoi peccati! “Fuggite di mezzo a Babilonia e salvi ognuno la propria vita, guardate di non essere distrutti nella sua iniquità. Poiché questo è il tempo di vendetta dell’Eterno; egli le darà la giusta ricompensa” [xxxiii].

Correte verso Cristo! Fate di Lui il vostro rifugio. Chiedetegli il perdono, direttamente a Lui. “Vi è infatti un solo Dio, ed anche un solo mediatore tra Dio e gli uomini: Cristo Gesù uomo”[xxxiv].

Se professate Cristo Gesù come vostro salvatore, non dimentichiamoci che la nostra lotta non è contro la carne e il sangue. “perché le armi della nostra guerra non sono carnali, ma potenti in Dio a distruggere le fortezze” [xxxv].

Che si presti attenzione alle parole di Charles Spurgeon. Egli conosceva bene le astuzie di Roma e dei suoi gesuiti. Più di 100 anni dopo, le sue parole d’azione sono rilevanti per noi, poiché ci troviamo di fronte agli stessi nemici che ha affrontato lui. Preghiamo il Signore contro l’Anticristo di Roma:

“È sacrosanto dovere di ogni cristiano pregare contro l’Anticristo, e riguardo a cosa l’Anticristo è, nessun uomo sano di mente dovrebbe sollevare questione. Se non il Papato della Chiesa di Roma, non c’è nulla al mondo che possa essere chiamato con quel nome. Se si dovesse emettere un grido e lanciare un grido d’allarme per l’Anticristo, dovremmo certamente prendere questa chiesa con il sospetto, e non sarebbe certo lasciata libera di nuovo, perché corrisponde così esattamente alla descrizione” [xxxvi].


[i] https://www.ignatianspirituality.com/31-days-with-saint-ignatius/

[ii] https://bereanbeacon.org/pope-francis-shows-his-true-colors-2/

[iii] Un fattore che ha desensibilizzato i cristiani verso i gesuiti sono le testimonianze inventate. Per esempio, sono importanti i forti sospetti sulla credibilità di Alberto Rivera, il modello di riferimento per i fumetti di Chick sui gesuiti. Si veda il sito https://www.biblebasedministries.co.uk/wp-content/uploads/2014/04/The-Alberto-Rivera-Story.pdf (Shaun Willcock è un pastore in Sudafrica che ha lavorato per un periodo con Rivera).

Un altro fattore è la crescente attrazione degli evangelici per l’ecumenismo con Roma. Questo li ha resi ciechi al falso vangelo del cattolicesimo e quindi ai pericolosi gesuiti. Si veda https://bereanbeacon.org/ecumenism/ per una lista completa di articoli.

[iv] Matteo 7:15.

[v] Matteo 7:19-20.

[vi] Gran parte del materiale per questa sezione proviene dalla “Storia dei Gesuiti” di J.A. Wylie in Storia del Protestantesimo su https://bereanbeacon.org/history-of-the-jesuits/ . Vedi anche Theodor Griesinger, La Storia dei Gesuiti (G.P. Putnam’s Sons: New York, 1883), Vol. 1-3.

[vii] Vedi il capitolo 1 su https://bereanbeacon.org/history-of-the-jesuits/

[viii] Gran parte del materiale per questa sezione proviene dalla “Storia dei Gesuiti” di J.A. Wylie in Storia del Protestantesimo su https://bereanbeacon.org/history-of-the-jesuits/ . Vedi anche Theodor Griesinger, La Storia dei Gesuiti (G.P. Putnam’s Sons: New York, 1883), Vol. 1-3.

[ix] https://bereanbeacon.org/the-counter-reformation-and-the-jesuit-order/

[x] http://www.ibosj.ca/2013/04/thinking-with-church.html

[xi] Il teologo gesuita Sanchez afferma: “Un uomo può giurare di non aver fatto una cosa del genere, anche se in realtà ha [spergiurato]…”. J.A. Wylie, Storia del Protestantesimo, (Pubblicazioni Heartland: 2002, Rapidan, VA) 1121.

[xii] Il maestro gesuita Emmanuel Sa scrive: “Ma non è un peccato mortale prendere di nascosto da colui che darebbe se gli venisse chiesto”. Ibidem, 1122.

[xiii] Reginald permise l’omicidio di falsi testimoni ( con l’ipotesi che avrebbero potuto uccidere voi altrimenti); Fagundez permise ai genitori che cercavano di allontanare i loro figli da Roma “può giustificare che fossero uccisi da loro”; Amicus permise ai “calunniatori” di essere uccisi “quando altri mezzi di difesa sono carenti”. Idem.

[xiv] Il gesuita Casnedi credeva: “Fai ciò che la tua coscienza ti dice di essere buono, e ordina se per errore invincibile credi che mentire o bestemmiare sia comandato da Dio, bestemmia”. Idem.

[xv] http://www.ignatianspirituality.com/ignatian-prayer/the-spiritual-exercises/

[xvi] https://bereanbeacon.org/pope-francis-master-of-jesuit-spiritual-exercises/ and https://bereanbeacon.org/pope-francis-shows-his-true-colors-2/

[xvii] https://bereanbeacon.org/28721/

[xviii] https://www.jesuits.org/about-us/the-jesuits/

[xix] http://wuja.org/2013/07/01/habemus-papam/

[xx] Theodor Griesinger, La storia dei gesuiti (GP Putnam’s Sons: New York, 1883), volume 1, libro 2.

[xxi] E.H. Lehmann, Dietro i dittatori: Un’analisi fattuale del rapporto tra nazifascismo e cattolicesimo romano (Kindle: 2015).

[xxii] Charles Chiniquy, 50 anni nella “Chiesa” di Roma: La conversione di un sacerdote (Chick Publications: 1985, Chino, CA), 291-310.

[xxiii] Griesinger, Vol. 1, Libro 3.

[xxiv] J.E.C. Shepherd, Il complotto di Babington: Intrigo gesuita nell’Inghilterra elisabettiana,(Toronto: Wittenburg Publications, 1987).

[xxv] Apocalisse 13:11. Enfasi dell’autore.

[xxvi] I gesuiti utilizzarono diverse strategie in Germania e in Cina dal XVI al XVIII secolo. In Germania, la coercizione dei gesuiti ha portato a conversioni forzate, all’esilio o all’esecuzione dei protestanti. In Cina, dove erano meno potenti, i gesuiti ricorsero al compromesso. Promossero il sincretismo della religione cattolica e pagana. I sacerdoti si vestivano come i Mandarini pagani, e Confucio era adorato nelle messe come un dio. Vedi Griesinger, Vol. 1, Libro 2 e Vol. 2, Libro 4.

[xxvii] http://wuja.org/2020/04/27/fauci-cuomo-trump-three-jesuit-alumni-three-different-ways-of-dealing-with-the-coronavirus-crisis-in-the-land-of-uncle-sam/

[xxviii] https://bereanbeacon.org/28721/

[xxix] https://en.wikipedia.org/wiki/Bill_Clinton

[xxx] https://latinamerica.georgetown.edu/

[xxxi] https://www.ft.com/content/8fca75b8-4535-11e2-838f-00144feabdc0 Papa Francesco ha nominato Draghi, nel mese di giugno, alla guida della Pontificia Accademia delle Scienze Sociali. https://www.catholicnewsagency.com/news/pope-francis-appoints-former-european-central-bank-chief-mario-draghi-to-pontifical-academy-89403 visitato il 29 luglio 2020.

[xxxii] https://en.wikipedia.org/wiki/List_of_alumni_of_Jesuit_educational_institutions

[xxxiii] Geremia 51:6

[xxxiv] 1 Timoteo 2:5

[xxxv] 2 Corinzi 10:4

[xxxvi] Charles Haddon Spurgeon, “Pregate per Gesù”, Discorso del 12 ottobre 1866 al Metropolitan Tabernacle, su https://www.spurgeon.org/resource-library/sermons/pray-for-jesus/#flipbook/

Related Posts